Skip to main content
x
Massimo Onofri
Componente comitato scientifico

Viterbo, 1961

Laureato in Filosofia morale presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”; nel 1994 consegue il dottorato di ricerca in Italianistica. Attualmente è professore ordinario di Letteratura italiana contemporanea all'Università di Sassari.
Ha pubblicato vari saggi letterari, prefazioni e articoli dedicati, tra gli altri, a Bertolucci, Borgese, Brancati, Bufalino, Consolo, Fiore, Giudici, Sciascia, Soldati. Già redattore di "Nuovi Argomenti", esperto di letteratura siciliana, è stato autore di numerose opere di saggistica: Storia di Sciascia (Laterza 1994); Ingrati maestri. Discorso sulla critica da Croce ai contemporanei (Theoria 1995); Tutti a cena da don Mariano. Letteratura e mafia nella Sicilia della nuova Italia (Bompiani 1996); La modernità infelice. Saggi sulla letteratura siciliana del Novecento (Avagliano 2003); Sensi vietati. Diario pubblico e contromano 2003-2006 (Gaffi 2006); Tre scrittori borghesi. Soldati, Moravia, Piovene (Gaffi 2007); La ragione in contumacia. La critica militante ai tempi del fondamentalismo, (Donzelli 2007); Recensire. Istruzioni per l’uso (Donzelli 2008); Nuovi sensi vietati 2006-2009 (Gaffi 2009); Il suicidio del socialismo. Inchiesta su Pellizza da Volpedo (Donzelli 2009); L'epopea infranta. Retorica e antiretorica per Garibaldi (Medusa 2011); Passaggio in Sardegna (Giunti 2015); Passaggio in Sicilia (Giunti 2016); Benedetti Toscani. Pensieri in fumo (La nave di Teseo 2017); Fughe e rincorse. Ancora sul Novecento (Inschibboleth 2019); Isolitudini. Atlante letterario delle isole e dei mari (La nave di Teseo, 2019).
Collabora con “L'Indice dei libri del mese”, coi quotidiani “Avvenire” e “La Stampa”. Ha tenuto per anni una rubrica di recensioni di narrativa italiana sul settimanale “Diario”.
Nel 2008 gli è stato assegnato il “Premio Brancati” per la sezione saggistica con il libro La ragione in contumacia. La critica militante ai tempi del fondamentalismo; nel 2011 vince Il “Premio Fondazione De Sanctis” nella sezione speciale della Presidenza del Consiglio dei Ministri con il suo libro L'epopea infranta. Retorica e antiretorica per Garibaldi; nel 2019 vince il “Premio Nino Martoglio” con il suo libro Isolitudini. Atlante letterario delle isole e dei mari.